4.16.2014

Strolling



ENG – I always liked Baker Boy hats and just few months ago I found the perfect one at the annual fair called “la Fiera dei Morti” (which literally means “the Deads’ Fair”). The Baker Boy hat was brought to susses by Marlon Brando (who wore it in “The Wild One”) and, nowadays, it became one of the most popular hats. Many celebrities and fashion icons wore it: Blake Lively, Kate Moss, Kylie Minogue and Emma Watson, among the others. In these photos I wanted to interpret the Baker Boy in my own way: a strong look but yet very feminine. I asked Francesca, a lovely friend of mine, to be my model and she agreed, posing in front of my lens in the city centre of Perugia.

IT  Ho sempre amato i cappelli da garzone o stile ferroviere (in inglese sono i cosiddetti cappelli “Baker Boy”) e, pochi mesi fa, alla Fiera dei Morti (potete leggere la storia di questa manifestazione QUI e guardare foto dell'edizione 2013 QUI) ho finalmente trovato quello perfetto! Questo tipo di cappello fu portato al successo da Marlon Brando, che lo indossava nel film Il Selvaggio”; oggi il “Baker Boy” si è diffuso a macchia d'olio, divenendo un must have sfoggiato da molte celebrity e fashion icon, tra le quali Blake Lively, Kate Moss, Kylie Minogue ed Emma Watson. In queste foto volevo proporre la mia interpretazione, con un look strong e al tempo stesso femminile, del cappello da ferroviere. Ho chiesto a Francesca, un'amica di vecchia data davvero carina, di farmi da modella e lei ha accettato, posando con grande naturalezza in pieno centro di Perugia.


Francesca was wearing:

Baker boy hat: Stetson || Sunglasses: Asos || Jacket: Alice's Pig || Shirt: NaraCamicie || Skirt: Zara || Shoes: Asos || Bag: Love Moschino.


Ogniricciouncapriccio on  FACEBOOK / INSTAGRAM / BLOGLOVIN' / TWITTER


4.14.2014

Fall Winter 2014-15 TRENDS #2

Major trend: CAPE

Elie Saab, Dolce&Gabbana, Blumarine, JC de Castelbajac, Topshop Unique, Carolina Herrera, Manish Arora, Alexis Mabille, Etro.

Che le cappe siano tornate di moda non è più una novità (potete infatti controllare i trend delle collezioni Fall 2012/13: QUI, e Fall 2013/14: QUI). Ma la particolarità di quelle proposte per l'Autunno/Inverno 2014 sta nel fatto che sono pensate e abbinate per rendere chi le indossa una vera drama queen. Oscar de la Renta ne propone una versione in blu di Prussia con fiocco scenografico sul collo; Issey Miyake combina fantasie e linee geometriche; Roberto Cavalli, Dolce&Gabbana e Topshop aggiungono dettagli in pelliccia; Blumarine sceglie di far toccare terra alla sua cappa con ricami dorati, Elie Saab invece raggiunge in altro modo l'effetto drammatico proponendo una cappa con strascico e look tono su tono. Vivienne Westwood e Alexis Mabille rivisitano il tartan: l'una in chiave futurista, l'altro western.


Vivì's Wishlist: MOSCHINO



Dopo le preview postate su Instagram e Facebook, posso finalmente svelarvi il nuovo outfit di Vivì, che da sempre ha una passione smodata per le cappe e che, quindi, non poteva certo resistere al fascino di quella con cappuccio di Valentino. Senza contare, poi, il mini abito coordinato, con lo stesso motivo decorativo: farfalle 





Fashion detail: FUNNY BAG

Chanel, Moschino by Jeremy Scott.

Se credevate di averle viste tutte con le borse di Braccialini, beh... Vi siete sbagliate! Ed è proprio da due delle più controverse sfilate per la prossima stagione che arriva anche il trend della borsa cartoon ispirata al cibo: latte di COCO per Chanel by Karl Lagerfeld (che gioca sull'ambiguità tra il nome Coco e la parola francese per dire "cocco"), Happy Meal per Moschino by Jeremy Scott (una borsa che Vivì ha già indossato in un total look: QUI).



Fashion detail: ART PRINTS

Ruffian, Just Cavalli.


Dipinti estremamente elaborati ma poco noti al grande pubblico, statue della classicità greca e romana, capolavori del Rinascimento italiano, tele fiamminghe, vetrate in stile Liberty e opere d'arte moderna costituiscono le nuove stampe must have. Fantastiche alternative low cost già sono in vendita negli e-store, ad esempio AsosChoies e Oasap.


Ogniricciouncapriccio on  FACEBOOK / INSTAGRAM / BLOGLOVIN' / TWITTER

4.13.2014

Thun workshop - Decora con noi!


Ieri pomeriggio ho bissato l’esperienza dello scorso anno (ricordate i miei esperimenti di Cake Design con la pasta di zucchero? Li trovate QUI), partecipando a uno workshop del Thun Shop di Collestrada. Stavolta il tema era “Decora con noi” e l’obiettivo quello di personalizzare a piacimento un animaletto o uno dei classici angeli Thun. Le età dei partecipanti erano le più svariate: dal bambino con un debole per i gatti neri all’anziana signora con la passione per l’arte; dalla bimba che si puliva il pennello sulle maniche all’artista professionista; dalle ragazze in cerca di un pomeriggio diverso al pasticcere che, in quanto ad accuratezza, si fa spicciare casa da Buddy! Ovviamente alcuni erano più organizzati di altri: i “vetarani” di quest’iniziativa si erano portati colori e pennelli da casa, io invece mi sono presentata in pieno stile “dilettante allo sbaraglio” e – come vedrete nelle foto – sono finita a usare persino il pennellino a spugna che si trova in fondo alla matita nera per gli occhi! 



Ogniricciouncapriccio on  FACEBOOK / INSTAGRAM / BLOGLOVIN' / TWITTER

4.11.2014

Tropical is the new camo

Eleonora having a Marilyn Monroe moment. T-shirt: Line || Skirt: Souvenir Clubbing || Brooch: Tatty Devine || Sunglasse: handmade.



Three girls, three styles and one t-shirt. Discover Line with Ogniricciouncapriccio.



IT  Line, un nuovo brand di streetwear. Da chi è nata l'idea?
L'idea nasce da me, Riccardo Q., 26enne perugino con la passione per lo streetwear in tutte le sue sfaccettature. Line però non è solo streetwear, è qualcosa in grado di abbracciare più categorie di stili, le nostre creazioni si abbinano benissimo sia con i tacchi sia sotto un blazer. Un contributo è stato dato anche dalla mia ragazza e dalle nostre discussioni Perugia-Roma su Skype alle 3am su pattern e slogan. L’amicizia di lunga data con i ragazzi di Taboo ci ha dato sia i mezzi materiali che il coraggio necessario ad intraprendere quest’avventura.

ENG  Line, a new streetwear brand. Where does the idea come from?
The idea comes from me, Riccardo Q., a young Perugian in his middle twenties with a huge passion for streetwear in every aspect. Line, though, is not just streetwear, is something that can embrace different style categories; high heels and a blazer both match out creations. A great contribution to Line also came from my girlfriend and from our 3am Skype calls about patterns and slogans. Moreover, our long-time friendship with Taboo gave us the means and the courage necessary to start this adventure.



IT – Cosa significa per voi “Line”?
Il concetto di Line parte da quello di una linea.
Prima di intraprendere questo progetto ho chiesto a diverse persone di disegnare una linea su un foglio, il risultato è stato che solo una minima parte disegna una linea curva mentre gli altri tracciano una linea retta. La scritta Line, se la si scrive senza staccare la penna dal foglio è a sua volta una linea, come tante altre! Quello che vogliamo trasmettere è il pensare fuori dagli schemi, “think outside the box” come dicono gli americani, ovvero reinterpretare concetti semplici in maniera assolutamente personale, magari altrettanto semplice ma comunque nostra.

ENG – What does “Line” mean to you?
Our brand concept got birth from a line, the geometric figure.
Before starting this project, we asked various people to draw a line on a piece of paper. Many of them drew a straight line, only few people a curved one. “Line” sign is written without detaching the pen from the paper, so this means that “Line” is a line itself, a line just like many others. Our message is “think outside the box” and our aim is to reinterpret simple ideas in a very personal way, even a simple one but always our own way.


4.07.2014

My Recipes #6: Coconut Cupcakes



Ingredienti:
200g di burro sciolto
200g di zucchero di canna fine
200g di farina
1 bustina di lievito per dolci
4 uova intere
2-3 cucchiai di latte
100g di farina di cocco o polpa di cocco grattugiata
[extra: gocce di cioccolato fondente per decorare la superficie]

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...